sabato 28 agosto 2010

FESTIVAL DEL FUMETTO, NOVEGRO 2007 E 2008

La fiera del fumetto di Novegro ha per me un sapore particolare in quanto è stato il primo evento fumettistico a cui ho partecipato.
Ricordo che nel Febbraio 2007 conobbi il Ginkgo grazie ad un inserzione che lui mise su Internet, nella quale scriveva che voleva mettere in vendita alcuni fumetti che mi interessavano.

Ci demmo appuntamento in un parcheggio di Laveno e, dopo aver concluso un buon affaruccio, scambiammo quattro chiacchiere sui fumetti e notammo una comune visione sull'argomento.
Entrambi eravamo ammiratori del grande Magnus e tra una discussione e l'altra decidemmo di dare seguito a quell'incontro partecipando al Festival del Fumetto di Novegro, che si svolgeva di lì a pochi giorni.
A quei tempi mi ero appena iscritto ad Ebay, non scrivevo sui forum e non mi portavo dietro la macchina fotografica o la videocamera come faccio oggi, per cui non ho testimonianze grafiche di quella edizione come non ne ho dell'edizione invernale del 2008, mentre per l'edizione estiva di quell'anno qualche foto la feci.

Sicuramente mi ricordo che nel 2007 ci perdemmo nella nebbia dopo aver sbagliato uscita, e ci trovammo in mezzo ai campi su una stradina talmente stretta che ci passava solo una macchina.
Dopo aver girovagato per un oretta arrivammo in fiera e una volta dentro ci sembrava di essere in Paradiso: c'erano bancarelle di fumetti da tutte le parti e noi da novizi assoluti svuotammo il portafoglio comprando di tutto e facendo la gioia dei venditori.
Ovviamente non avevamo la conoscenza e l'occhio che abbiamo oggi e così ci portammo a casa parecchio materiale non proprio in buone condizioni, ma l'esperienza ci servì per porre le basi per le future spedizioni.
Nel 2008 andammo a Novegro due volte, la prima per la classica fiera di Febbraio, la seconda per un edizione straordinaria che si svolgeva a Settembre, e che poi non si è più ripetuta.
Nell'edizione estiva oltre me e al Ginkgo c'erano anche Dixie e il Ringhio, che avevo da poco conosciuto in quel di Cerro per il primo raduno varesino.
La fiera era divisa in due eventi: i venditori di fumetti avevano gli stand all'aperto mentre nel capannone principale c'era la fiera del modellismo.
Nel parco nei pressi del capannone c'erano anche degli appassionati che svolgevano delle simulazioni di antiche battaglie militari.
(Nella foto: il trio varesino al completo)



(Nella foto: eccomi in posa vicino ad un cannone)



(Nella foto: una bancarella di fumetti)



Nel complesso la fiera del fumetto fù abbastanza deludente, c'era poco materiale e le bancarelle erano posizionate sotto a degli angusti tendoni dove ci si muoveva poco e male. La fiera del modellismo invece era organizzata molto bene e i vari pezzi in mostra erano davvero bellissimi.
Ecco una carrellata di alcuni dei modellini presenti.













venerdì 20 agosto 2010

PIZZATA VARESINA ZTN AGOSTO 2010

Quest'anno il raduno varesino vero e proprio non si è tenuto per la scarsa partecipazione e il poco interesse che abbiamo purtroppo riscontrato sul forum. E dire che avevamo fatto le cose per benino: per prima cosa avevamo allargato il comitato organizzativo che, oltre a me, al Ginkgo e al Ringhio, ora comprende anche il buon Gigi.
Un sabato pomeriggio ci siamo trovati tutti e quattro a Cittiglio e dà lì abbiamo scandagliato parecchi ristoranti e agriturismi alla ricerca del posto ideale per ospitare la quindicina di persone che avevamo preventivato.
Alla fine la scelta è caduta su un elegante e caratteristico ristorante dalle parti di Cassano Valcuvia.
(Nella foto: il gruppo al completo nel parco del ristorante)



Entusiasti per aver trovato questo bel posto, ci dirigiamo verso un agriturismo lì vicino e ci beviamo un paio di birre chiacchierando del più e del meno. Ovviamente i temi principali vertono sul forum e sulla nostra passione per i fumetti, e qui il Ringhio la fà da padrone raccontandoci delle sue peripezie per terminare la Collana Araldo.
(Nella foto: un brindisi durante la chiacchierata)



Dopo un paio di orette trascorse in allegria ci rechiamo in un magazzino di oggetti usati, dove il Ringhio sostiene siano custoditi tesori inenarrabili.
Una volta entrati scopriamo che di inenarrabile c'è solo l'odore di muffa e che i fumetti presenti starebbero bene dentro un bel camino.

Dopo esserci disifettati con il DDT, usciamo dal magazzino e ci lasciamo dandoci appuntamento per l'8 Agosto, data fissata per il raduno.

Nell'attesa contatto Felix per commisionargli i gadget e Flipper per farmi mandare il Diario di Bordo del forum.
Come al solito i due amici non si sottraggono alle mie richieste e in poco tempo il materiale mi arriva a casa: ora è davvero tutto pronto, mancano solo le conferme dei partecipanti.

E qui purtoppo arrivano le dolenti note: in poco tempo metà dei partecipanti da forfait e improvvisamente ci ritroviamo ad essere solamente in sei.

A questo punto un pò sconfortati decidiamo di annullare il raduno e di trasformare il tutto in una pizzata serale tra noi quattro organizzatori.

Fissiamo la data dell'11 Agosto e optiamo per ritrovarci allo Chalet del Bosco a Brebbia, un ottimo ristorante-pizzeria.

(Nella foto: eccoci nel parcheggio del locale)





La serata trascorre in allegria tra birre, pizze e dolci vari e le gag e le battute si sprecano, sopratutto dopo aver dato fondo al secondo giro di birra.
A mio avviso queste serate andrebbero organizzate più spesso, è bello ritrovarsi ogni tanto tutti assieme e parlare guardandosi negli occhi, è tutta un altra cosa rispetto allo scriversi in un forum.
(Nelle foto: alcuni momenti della pizzata)









Come da tradizione distribuiamo i bellissimi gadget prodotti da Felix e firmiamo il diario di ZTN, che ormai stà cominciando ad essere bello corposo visto il gran numero di eventi e raduni di cui è stato testimone.
(Nella foto: i gadget, alcuni momenti della firma e la pagina del diario dedicata alla serata)









E per finire ecco i tre esilaranti video che abbiamo girato a fine serata, quando la birra aveva ormai ottenebrato le nostre menti.







Probabilmente il raduno varesino vero è proprio sarà soppresso, abbiamo infatti deciso di virare su queste pizzate serali con poca gente ma più facili da organizzare; probabilmente già ad Ottobre faremo il bis.

martedì 17 agosto 2010

MANTOVA COMICS AND GAME 2009



Quella di Mantova è una fiera che mi piace davvero tanto, ci sono stato gli ultimi due anni e mi sono sempre divertito molto. Lì c'è la giusta alchimia tra mercatino dei fumetti, incontro con gli autori e confusione creata da cosplayer e giocatori di videogame.
L'evento si svolge all'interno del PalaBam, il locale palazzetto dello sport, e lo spazio per ospitare i vari stand è abbastanza ampio, anche se con l'andar della giornata l'effetto sardina creato dalla folta presenza di appassionati è garantito.
Ricordo il gran freddo che trovammo nel 2009 mentre eravamo in coda all'entrata, sembrava di essere in Siberia!
Quella volta eravamo un bel gruppetto: oltre a me, Dixie e il Ginkgo c'erano Mordicchio e Pianta, Martina e Yannick e il Life con un suo simpatico amico. Gli stand adibiti a mercatino erano ben forniti e i pezzi da 90 non mancavano di certo.
(Nella foto: 2 stand di fumetti)





In giro per la fiera ci sono molti pupazzi giganti che hanno le fattezze dei personaggi dei fumetti, il più appariscente è sicuramente Rat Man che campeggia dallo stand Panini.
(Nella foto: il pupazzone del ratto)




Tra i vari ospiti di quell'edizione c'erano il mitico Sergio Bonelli, il disegnatore di Zagor Marco Verni e quello di Dampyr Fabio Bartolini.
(Nelle foto: Bonelli e Verni)





(Nella foto: Bartolini con me, Dixie e Martina)



Verso mezzogiorno ci siamo recati tutti verso il centro città dove abbiamo pranzato in un ottimo ristorantino, ricordo con piacere i tortelli di zucca, davvero squisiti. Il pranzo è stato piacevole e il tempo passato in compagnia è davvero volato in un attimo tra battute e chiacchierate varie.
(Nella foto: la tavolata al completo)



Terminato il pranzo abbiamo fatto un ultima foto di gruppo e ci siamo recati di nuovo in fiera per concludere qualche affare lasciato in sospeso, dodichè siamo ripartiti macinando i quasi 300 km che ci separavano da Varese.
(Nella foto: la foto di gruppo davanti ad un negozio di giocattoli)

sabato 14 agosto 2010

DIABOLIKAMENTE NOVARA 2009



Un' afosa domenica di Luglio del 2009 io, il Ginkgo e Dixie partimmo alla volta della vicina Novara, dove si svolgeva una fiera fumettistica che aveva come tema principale Diabolik.
Erano presenti tre disegnatori della serie, Daniele Statella, Giuseppe Di Bernardo e Beniamino Del Vecchio.
(Nella foto: i tre disegnatori)



Del Vecchio lo conoscevamo già per averlo incontrato in parecchie fiere, dove di solito si presenta con bancarella e simpatica moglie al seguito, mentre Statella e Di Bernardo non li avevamo mai incrociati prima.
Tutti e tre si sono dimostrati molto simpatici e gentili e hanno soddisfatto tutte le nostre richieste in tema di sketch.
(Nelle foto: i tre disegnatori al lavoro)








Oltre ai tre "diabolici" disegnatori c'era anche il giovane ma già bravissimo Daniele Rudoni, che collabora con la Marvel Italia.
(Nella foto: Rudoni al lavoro)



Come contorno alla fiera c'era un piccolo mercatino con le classiche bancarelle ricolme di fumetti, a dire il vero non ce n'erano tantissime, ma comunque qualche buon affare lo concludemmo lo stesso.
(Nella foto: una bancarella con alcuni ottimi cartonati)



Dopo aver girato il mercatino ci dirigiamo in una vicina pizzeria per rifocillarci, e già che siamo lì scattiamo alcune foto in maschera.
(Nella foto: dall'alto; io, Dixie e il Ginkgo)







Una volta soddisfatto il nostro appetito, scambiamo quattro chiacchiere e poi ci dirigiamo verso casa, contenti di aver passato una bella giornata in compagnia.
(Nella foto: l'ultima foto prima del ritorno a casa)

giovedì 12 agosto 2010

IL RADUNO VARESINO DI ZTN 2009

La seconda edizione del raduno varesino si rivela un vero successo in termini di partecipazione: sono ben nove i forumisti che si presentano il 13 Agosto alla Fattoria Gaggio a Galliate Lombardo. Oltre a me e al Ringhio, sono dei nostri anche Dixie, Martina con il figlio Yannick, Gigi Nice Guy, Mordicchio, Piantalarga e lo sconosciuto, fino ad allora, Marco Tenay.
All'ultimo momento il Ginkgo, che organizzava il tutto assieme a me e al Ringhio, ha dovuto dare forfait per un imprevisto contrattempo.
La serata fila via che è un piacere tra battute e discorsi più seri, mentre il servizio alimentare del locale lascia alquanto a desiderare.

Tra le novità del raduno c'è la presenza di alcuni gadget gentilmente fornitici da Felix, un simpatico forumista di ZTN.

Oltre a un buon numero di foto la serata viene documentata da tre video girati dal sottoscritto...inutile dire che la birra ha influito notevolmente su queste riprese.
Ecco alcune foto della serata...

(Nella foto io e Martina)



(Nella foto: Gigi, Marco, Pianta, Mordicchio e Dixie)



(Nella foto: Il Ringhio mentre firma il diario di bordo di ZTN)



Ed ecco i tre video che riscossero un buon successo sul forum.







Appena sistemo foto e video scriverò un resoconto della pizzata di ieri sera al Baracchino a Brebbia, che ha rimpiazzato il raduno 2010, non svoltosi per mancanza di adesioni.

lunedì 9 agosto 2010

IL RADUNO VARESINO DI ZTN 2008 E IL PRERADUNO 2009

Sono passati esattamente 2 anni da quando io e l'amico forumista Fabio Martini, alias Ringhiofabio, ci siamo trovati al Chiosco di Cerro sul Lago Maggiore, ed abbiamo posto le basi per organizzare un mini raduno annuale tra i forumisti della nostra zona con possibilità di partecipazione per chi avesse voluto venire da altre parti della penisola. Quel giorno, tra una birra e l'altra, parlammo un pò di tutto, dai fumetti al forum alle giovani bagnanti, che popolavano il lago in quel caldo pomeriggio. Verso sera, pieni di birra come due spugne, ce ne tornammo a casa con le idee ben chiare sul dà farsi per il raduno dell'anno successivo.

Nelle foto alcune drammatiche testimonianze del ritrovo alcoolico del 2008.
(Nella foto: io mentre porto al tavolo l'ennesima coppia di birre)



Io e il Ringhio con il mezzo messo a disposizione dal forum (^_^)



L'anno dopo si aggiunse a noi nell'organizazzione un altro forumista locale, ovvero il bonsaista e appassionato di Alan Ford, Roberto Nani, alias Ginkgobiloba. Ci ritrovammo tutti e tre dalle parti della Schiranna e, tanto per non farci mancare niente, andammo subito a scolarci una bella e fresca birra.

(Nella foto: eccoci mentre lavoriamo alacremente all'organizazzione del raduno)





Dopo ore passate a discutere sul dà farsi, il Ginkgo prende in mano la situazione e localizza nell'agriturismo "Fattoria Gaggio" a Galliate Lombardo, il luogo ideale per il raduno.
Felici e soddisfatti ci dirigiamo in un bosco che si trova lì vicino e giriamo un video per illustrare il regolamento del gioco "Febbre a 90", una sorta di campionato sui pronostici calcistici, che insieme all'amico Fabio Rosato, alias Bibio72, organizziamo sul forum di ZTN.
Quello che ne esce è qualcosa di inenarrabile e il video diventa subito un must sul forum....di certo da quel giorno la reputazuione che ci eravamo faticosamente creati và a farsi benedire....

Ecco il video del regolamento della seconda edizione di Febbre a 90.




Quel giorno girammo altri tre video che trovate nel link I MIEI VIDEO SU YOUTUBE a destra in Home Page.
Se riesco, domani posto un resoconto del raduno 2009.

venerdì 6 agosto 2010

NUVOLETTE A CREMONA 2009



Il 23 e 24 Maggio ricordo che fecì un tour de force non indifferente: il sabato andai alla fiera di Reggio Emilia con Dixie e la domenica partì alla volta di Cremona con il Ginkgo, per partecipare a Nuvolette, una piccola fiera locale. La doppia trasferta si rivelò proficua, in quanto riuscì a portarmi a casa tre disegni di tre grandi disegnatori (Enoch, Palumbo e Stano) e conclusi qualche buon affaruccio fumettistico. Su Reggio ho in mente di scrivere un articolo più avanti, adesso mi soffermo su Nuvolette a Cremona utilizzando un altro articolo che avevo scritto, a quattro mani con la collaborazione del Ginkgo, per il forum di ZTN.

Questa volta siamo a Cremona, città lombarda rinomata per la produzione di strumenti ad arco, in particolare di violini, di dolciumi, il più famoso è il torrone, e la mostarda …ma non sono queste le motivazioni principali che ci spingono ad affrontare un bel po’ di chilometri di strada in una torrida domenica di maggio.
Dopo 10 anni torna infatti la manifestazione Nuvole(tte), dedicata alla mostra mercato di fumetti e, sopratutto, agli incontri con gli autori.
Questa edizione si è svolta nella Sala Borsa Della Camera di Commercio dove nel grande salone al pian terreno è stata allestita la mostra mercato con un buon numero di espositori tra i quali spiccano la Fumetteria di Maranello, la Fumettoteca di Frugoli, Super Gulp di Milano, Tavole Originali di Bazzana, Edizioni Arcadia e altre minori.
Parecchio materiale esposto con pezzi molto interessanti ma prezzi, come spesso accade in queste fiere, abbastanza alti.
Buona l'affluenza di pubblico, specialmente a metà mattinata e nel pomeriggio.
Dopo aver visitato la mostra mercato ci siamo diretti verso una saletta attigua dove abbiamo seguito l'incontro con gli autori Angelo Stano (disegnatore e copertinista di Dylan Dog), Michele Medda (sceneggiatore di Nathan Never, Tex e ultimo in uscita Caravan) che sostituisce l'assente Roberto Recchioni e Paola Barbato (scrittrice e sceneggiatrice di Dylan Dog), sul tema "Il fumetto bonelliano tra innovazione e conservazione".
I tre autori si sono dimostrati ottimi oratori e, oltre al dibattimento vero e proprio, si sono lasciati andare a battute divertenti e aneddoti molto interessanti.
Presentatore dell'incontro è stato il simpatico Michele Ginevra, che ha gestito con capacità le varie fasi del dibattito.
Il primo a parlare è stato Stano che ha spiegato come fu assunto in Bonelli nel 1985, quando si cercava un disegnatore per l'uscita di un nuovo fumetto dopo i vari fallimenti di testate come Full oppure Orient Express.
Il suo stile molto particolare gli fece pensare che non sarebbe stato “digerito” dalla Bonelli, invece con sua sorpresa gli fu detto che era perfetto per un nuovo personaggio che stava nascendo, ovvero Dylan Dog.
Dopo tanti anni passati a disegnare L'Indagatore dell'Incubo gli piacerebbe fare qualche altra cosa, alcuni anni fa presentò in Bonelli una miniserie ambientata a New Orleans, ma gli fu bocciata in quanto nello stesso periodo Giancarlo Berardi presentò Julia e, dato che i due progetti erano molto simili, si preferì puntare su quest'ultima.
Ha poi rivelato che per realizzare una cover di Dylan Dog ci mette tre giorni e che a Settembre dovrebbe uscire una storia da lui disegnata e sceneggiata dalla Barbato.
La parola passa poi a Michele Medda, fattosi conoscere dal grande pubblico con Nathan Never, di cui con Antonio Serra e Bepi Vigna è uno dei padri.
Ha spiegato che in Bonelli non sempre possibile fare fino in fondo quello che si vuole, dato che ci sono molti paletti da aggirare, ha quindi aggiunto che, quando presentarono Nathan Never nel 1989, gli furono presentate cinque regole create da Tiziano Sclavi che non dovevano essere aggirate in nessun caso, non le ha volute spiegare una per una ma ci ha svelato un paio di aneddoti.
Alcuni anni fa una sua storia scritta su Legs uscì completamente rimaneggiata perchè ritenuta troppo fuori i canoni bonelliani, mentre il numero 111 di Nathan Never Le Belve, gli fu passato con sua sorpresa anche se prendeva spunto da un fattaccio di cronaca avvenuto in Somalia.
Ha poi fatto delle anticipazioni su Caravan, la sua nuova mini serie di prossima uscita.
Manca da completare solo l'ultimo albo gli altri sono tutti finiti, ma ha dovuto apportare qualche modifica per alcuni cambiamenti avvenuti nel frattempo, come l'elezione di Obama al posto di Bush.
Infine ha annunciato che a luglio uscirà la tanto attesa Granderistampa di Nathan Never.
Per ultima ha parlato Paola Barbato che ci ha raccontato i suoi primi tempi in Bonelli quando non conosceva nessuno e per farsi mandare i disegnatori diceva ” Mandatemi quello che fa tutti belli (Freghieri), oppure quello che fa tutti brutti (Piccatto), o quello che fa tutto scuro (Roi), o quello che fa tutti chiari (Brindisi)”.
Ci ha poi rivelato che le hanno bocciato alcune storie perchè in Bonelli non si può più trattare tematiche di religione, politica e pedofilia, anche se il numero 206 Nebbia le fu passato nonostante, e seppure velatamente, si parlasse di pedofilia.
Ad Oltre La Porta, un'altra sua storia, fu addirittura cambiato il finale nella ristampa per un'incomprensione tra lei e Tiziano Sclavi, caso unico nella storia editoriale di Dylan Dog.
Ad una domanda del pubblico, che chiedeva come fosse visto in Bonelli il time up tra i vari personaggi della scuderia, ha risposto dicendo che anni fa propose un incontro tra Dylan Dog e Julia Kendall e che le saltarono tutti addosso manco avesse detto di organizzare un attentato al Papa...anche Medda e Stano ci hanno conermato che il time up non piace a Sergio Bonelli, anche se questi incontri tra i vari personaggi fanno vendere molto e piacciono alla maggioranza dei lettori.
Medda interviene dicendo che ai lettori piacciono molto anche i balenotteri ,come Agenzia Alfa, i Maxi e i Romanzi a Fumetti, e che attualmente in Bonelli non ci sono in cantiere serie lunghe ma solo mini serie, che servono anche a testare l'umore del pubblico.
In pratica se la serie vende si può pensare di farla continuare un po' come per Volto Nascosto, che non sarà trasformata in serie lunga. ma avrà comunque un seguito con un altra mini serie ambientata in Cina.
La Barbato ci fa sapere che ha appena proposto una mini serie ma che è convinta che gliela bocceranno.
Interessante anche il loro pensiero sui commenti che si leggono su forum e blog: Stano dice di tenere in considerazione i commenti di qualità e costruttivi, mentre degli altri non gliene frega niente, Medda li legge e ogni tanto risponde, ma spiega che, rappresentando un minima parte dei lettori e lui non si fa molto condizionare da questi giudizi.
La Barbato invece li prende molto sul serio e dice che a volte passa notti insonni a macerarsi su alcuni commenti negativi e gratuiti sulle sue storie, secondo lei ci sono in rete molti sapientoni che distruggono il lavoro altrui, mentre loro non sarebbero in grado di scrivere due righe di seguito.
A fine dibattito grandi applausi per i tre autori che si sono gentilmente concessi per firmare albi, Stano ha anche fatto alcuni disegni molto belli per la gioia del pubblico presente.

il Duomo di Cremona.



Una veduta della fiera del fumetto.



Da sinistra, Medda, la Barbato e Stano



Stano al disegno.



Paola Barbato firma un suo libro mentre Stano contnua a fare sketch.



Il disegno che mi fece Stano.